PERCEZIONI SUBLIMATE – Trentadue studenti, trentadue diverse personalità – ABA Lecce

PERCEZIONI SUBLIMATE
laboratorio (di-in) quarantena
una mostra ON-LINE a cura di Vittorio Comi, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Dal 29 Ottobre 2020, ore 18:00, attraverso le nostre piattaforme Facebook e Instagram, potrete visitare una mostra del tutto innovativa; un vero e proprio viaggio all’interno delle nostre opere, che offrirà un nuovo modo di percepire la realtà.

Nel bel mezzo di una pandemia globale non ci siamo fermati. L’arte non si è fermata. Impossibilità di movimento, di viaggio, di incontri, di assembramenti, sono stati questi i motivi che ci hanno spinto a realizzare una mostra on-line.

Le visite virtuali, in piena pandemia globale, sono state possibili grazie a siti di riferimento: dal British Museum ai Musei Vaticani, dal Prado al MoMa. Sulla scia di questi grandi musei abbiamo deciso di reinventarci, ispirati da tutto questo abbiamo creato la nostra mostra on-line, in attesa di poter vivere tutto di persona con ancora più desiderio e voglia di scoprire e riscoprire l’arte, quando tutto questo sarà finito.

Noi, studenti del corso di Decorazione dell’ABA Lecce, abbiamo intrapreso questo intenso percorso con un leggero scetticismo, derivante, senza alcun dubbio, dalla velocità con la quale ci siamo ritrovati in un contesto del tutto nuovo e dissonante con la vita quotidiana.

Ma non ci siamo fermati alle apparenze; siamo andati avanti, lavorando sulla nostra persona, sul nostro modo di vedere le cose e soprattutto sul modo altrui di percepire la realtà. Con delle linee guida chiare e diversi incontri con grandi personaggi del panorama artistico, siamo riusciti a entrare
nell’anima del percorso, diramatosi all’interno di ognuno di noi, in forme e opere diverse e disparate.

Partendo da un piccolo quadrato nero da inserire su una superficie bianca, abbiamo capito l’importanza di molti aspetti, spesso trascurati. Abbiamo affrontato i temi più vari e cercato di riassumerli con opere uniche, forti, sintetiche e cariche di significato. Dal quadratino nero siamo poi passati al triangolo, al cerchio, all’ovale, al giallo, al viola, al rosso; un crescendo di strumenti dei quali abbiamo preso coscienza e attraverso i quali ci siamo palesati.

Obiettivo comune è farvi riflettere e soffermare sull’anima di ciò che avete intorno. Tutto ha un significato intrinseco per chi ha occhi curiosi e riesce ad andare oltre.

E’ proprio a questo punta il nostro progetto, farvi scoprire ciò che sta oltre le apparenze, oltre quello che vedete superficialmente intorno a voi, oltre alle convenzioni che ci autoinfliggiamo in quanto maestri delle etichette.

Cambiare la percezione, innalzarla, sublimarla. E’ questo il nostro obiettivo.

Trentadue studenti, trentadue diverse personalità.

IN MOSTRA:

Adriano Nardelli, Alessandra Barnaba, Alessia Sanità, Angela Catalano, Aurora Mastria, Aurora Stefanelli, Bruna Pappadà, Chiarapaola Muci, Clara Cisternino, Eleonora Innocenta, Enrica Caraccio, Francesca Basile, Francesca Marinò, Gabriele Carrapa, Giuseppe Ciccarese, Leandro Epifani, Liu Ruoran, Liu Zibo, Lucia Scialpi, Maria Grazia Russo, Mélanie De Fazio, Nicola Basta, Robert De Paolis, Rossella Martina, Samuele Campana, Samuele
Macagnino, Sarah Preste, Tang Wang Zheng, Tatiana Manco, Wang Yaobin, Wang Zhiqi, Zang Yuan.