Francisco Garden: 13/03/2020 L'Italia nel cuore

Francisco Garden: 13/03/2020 L’Italia nel cuore

Francisco Garden: 13/03/2020 L’Italia nel cuore

Francisco Garden, non resta insensibile all’attuale situazione in cui la nostra Italia resta coinvolta ed esprime i suoi pensieri a riguardo come meglio gli riesce, ossia attraverso la pittura ed in particolar modo la Pittura Enfant, corrente artistica di cui egli è promotore.

dav

Nasce così il suo dipinto 13/03/2020 l’Italia nel cuore, la cui composizione si divide in due registri. Il registro superiore presenta il lato sinistro caratterizzato dalla presenza di un cielo stellato con all’interno una piccola nuvola, simbolo delle tenebre che stanno perdendo di potere per dare spazio al sole e ad un nuovo giorno caratterizzato da sentimenti di serenità: un simbolico passaggio dalla notte al giorno, inteso come rinascita della vita. Questo concetto viene espresso ancor di più nel registro inferiore dalla presenza di un girasole su di un prato verde che richiama la purezza dell’uomo, sul quale macchie di colore rosso richiamano la simbologia del sangue e del dolore che attualmente prova la nostra società a causa del dilagarsi del flagello Covid-19. Questo dolore, Francisco Garden lo presenta attraverso tre personaggi dai volti piangenti, dipinti di bianco per simboleggiare l’ugualianza di un popolo di fronte ad una situazione di emergenza, come quella legata al Covid-19. I due volti laterali, sono raffigurati all’interno di spazi di colore giallo, che qui simboleggiano uno spazio chiuso, #iorestoacasa, mentre la figura centrale unisce i due registri, come se volesse allo stesso tempo evadere da uno spazio, pur restandovi chiusa e guarda verso il sole del registro superiore della composizione, come se stesse sperando in un domani migliore. Indossa una maglia nera, colore simbolo del lutto e sulle mani e i piedi ha delle stimmate, che ricordano le stesse provocate a Cristo sulla croce dai chiodi con i quali i soldati gli trafissero mani e piedi. Questa figura, ha tra le mani l’Italia e la stringe a se come per rassicurarla che #andràtuttobene, come per dimostrare l’amore verso la patria, un sentimento di patriottismo che in questo momento ci unisce e ci fa sentire dei veri e propri Fratelli d’Italia, di quell’Italia che dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa, il cui popolo ora fa propri i primi versi della terza strofa del citato inno di Mameli: Uniamoci, amiamoci, l’unione e l’amore rivelano ai popoli le vie del Signore. Con il dipinto 13/03/2020: l’Italia nel cuore, Francisco Garden dimostra che ancora oggi la storia dell’arte continua a raccontare la società in cui viviamo e i problemi che la affliggono, dimostrando che l’arte oggi ancora è viva e di conseguenza ha ancora qualcosa da dirci per tutti i secoli che verranno.

dott. Marco Tedesco, critico e storico dell’arte